Come va la lotta alle emissioni

Che il livello medio della stampa italiana in materia di energia&ambiente sia basso non è un mistero. Ciò non toglie che si possono comunque trovare dei buoni articoli. Sul Corriere di questa settimana, il bravo Danilo Taino fa un perfetto punto della situazione nella lotta alle emissioni di CO2 contro il riscaldamento globale, in vista del prossimo vertice a fine novembre in Sud Africa.

Leggi il resto dell’articolo

Renzi, Italia e energia

Delle 100 proposte di Renzi alla Leopolda di Firenze, alcune sono sull’energia:
Leggi il resto dell’articolo

Effetto Marchionne

Chrysler registra ricavi per 212 milioni di dollari nell’ultimo trimestre, con guadagni in salita del 19% rispetto a un anno fa.

Burosauri europei

La Commissione Europea ha deciso per un nuovo piano di sviluppo per le infrastrutture europee nel trasporto. All’uopo è stato creato un nuovo ente europeo, l’ennesimo, che se ne dovrebbe occupare: Connecting Europe Facility, CEF per gli amici.

Visti i patetici risultati ottenuti con gli standard EuroX per la diminuzione delle emissioni delle auto, se a Bruxelles spendessero meno tempo a creare enti e più energia a far funzionare le cose difficilmente farebbero cosa sgradita.

Il fallimento degli standard per auto EuroX?

Ed eccoci finalmente a parlare di standard europei sulle emissioni inquinanti per il settore del trasporto, EuroX per gli amici. Per chi non lo sapesse, gli standard Euro sono le limitazioni imposte sulle emissioni dei veicoli venduti nell’Unione Europea. Di standard Euro ne abbiamo avuti cinque dal 1992 ad oggi. Oggi appunto è in vigore l’Euro5, mentre l’Euro6 arriverà nel 2014.

Le denominazioni Euro4, Euro5, eccetera altro non sono che una serie di regole sempre più stringenti per la progressiva riduzione delle emissioni delle auto imposte dalla Comunità Europea. Nel 2011 l’Italia si è adeguata al regolamento europeo 715/2007/ce, che impone che sia possibile immatricolare solamente auto nuove che rispondono agli standard Euro5. Nella pratica, dietro la classificazione EuroX si nasconde la possibilità di usare o meno l’automobile nei giorni di blocco del traffico.

Leggi il resto dell’articolo

La Russia e la battaglia del gas

La relazione tra Europa e Russia non è mai stata facile. Alcuni osservatori sostengono che la preoccupazione per la fornitura di gas dalla Russia è fuori luogo. n fondo, perfino durante la Guerra Fredda, la Russia – allora Unione Sovietica – è stato un fornitore affidabile e, contrariamente a quanto si pensi, a quel tempo la Russia riforniva l’Europa con più gas di quanto non faccia oggi.

Un’analisi più realistica, però, non può non notare che la relazione Europa-Russia negli ultimi anni si è fatta negli ultimi anni, per vari motivi. In pratica, le tensioni e le irritazioni tra i due partner sono all’ordine del giorno.

Leggi il resto dell’articolo

Il giornale nel mondo che ha scritto più balle su Fukushima

La Repubblica.

Poi mi raccomando: la stampa come cane da guardia del potere e i cialtroni stanno sempre dall’altra parte.