Misure per la crescita

La crescita del “benessere”, lo sapete tutti, viene misurata con la crescita del PIL, il Prodotto Interno Lordo. Da un decennio l’Italia arranca, avendo una crescita media annuale del PIL dello 0.1%, e anche l’Europa Unita in generale non cresce poi tantissimo. Cosa succederebbe se oltre alla crescita economica considerassimo la sostenibilità ambientale?

Definire la sostenibilità ambientale ovviamente non è compito facile e le possibilità di integrarla col PIL, in un indicatore economico e sostenibile, sono molteplici. La via più semplice è certamente considerare le emissioni di CO2 come indicatore di sostenibilità, dato che le emissioni di CO2 sono accuratamente misurate, almeno in Europa. Dunque, anzichè identificare la crescita del “benessere” con la crescita del PIL, si può invece considerare il rapporto PIL/emissioni di CO2. In tal modo, in caso di PIL stazionario una diminuzione delle emissioni di CO2 risulterebbe comunque in un miglioramento del “benessere”, mentre una robusta crescita del PIL accompagnata da una altrettanto robusta crescita delle emissioni – dunque in un peggioramento della sostenibilità ambientale – non risulterebbe in un miglioramento del “benessere”.

Il grafico sotto mostra la crescita media del “benessere” misurata col PIL (blu) e col rapporto PIL/emissioni di CO2 (rosso) per alcuni paesi europei.
L’Italia ahimè è fanalino di coda in ambo di casi, ma in crescita più consistente anche nonostante la crisi se consideriamo la crescita del “benessere” sostenibile. Questo grazie alla robusta riduzione delle emissioni causata dai massicci allacciamenti di fonti energetiche rinnovabili. Anche l’Europa è in crescita. Poi, ovviamente, rimane il problema è che non tutti concordano sulla diminuzione delle emissioni di CO2.

Annunci

7 Responses to Misure per la crescita

  1. Lorenzo Tondi says:

    La fonte del grafico?

  2. ijk_ijk says:

    Forse è più interessante il rapporto PIL/co2 in valore assoluto magari procapite invece che le sole variazioni percentuali.

    • Il PIL e’ una proprieta’ estensiva di un singolo paese (cioe’ dipende dal numero degli abitanti) cosi’ come le emissioni di CO2. Se anche considerassimo PIL e emissioni di CO2 ambedue pro-capite non cambierebbe nulla.

      Sul valore assoluto ci sto pensando. Comunque esce fuori che noi italiani abbiamo piu’ o meno tanto PIL/CO2 quanto i tedeschi. Sopra di noi l’Olanda (+10%) e Francia (+30%). Sotto di noi inglesi (-20%) e spagnoli (-40%).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...