Perchè promuovere il metano nell’autotrazione

Il mio articolo per iMille-magazine

Oggi in Italia il 63% del petrolio importato è utilizzato per i trasporti. Difficilmente la dipendenza dai combustibili fossili per l’autotrazione cambierà nel breve periodo, vuoi per la scarsa sostenibilità dei biocarburanti, vuoi per problemi e alto costo dell’auto elettrica, vuoi per l’ingente capitale iniziale necessario per un investimento nella mobilità pubblica. Insomma, se l’auto del futuro potrebbe essere alimentata ad idrogeno o addirittura volare, in questa fase di transizione e di decarbonizzazione dell’economia, l’unica vera alternativa al petrolio nei trasporti potrebbe essere rappresentata dal metano. Certo, stiamo parlando sempre di un combustibile fossile, ma il gas naturale presenta ad oggi dei vantaggi non indifferenti per il nostro Paese.

Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Comunicazione di servizio

Di ritorno dai caraibi, con un jetlag terrificante. Domani si riprende il blogging.

La Cina ha un problema

L’acqua.

Al momento la Cina usa molta meno acqua di un qualsiasi paese europeo, circa 400 metri cubi a persona all’anno (in totale, 600 miliardi di metri cubi l’anno), ma i livelli di utilizzo sono già insostenibili. [..] L’industria ricicla troppa poca acqua, l’agricoltura ne spreca troppa. [..] I programmi di investimento nello shale gas avranno bisogno di grandi quantità d’acqua (ciascun pozzo per l’estrazione dello shale gas ne usa circa 15 mila tonnellate l’anno) e ancora di più ne serviranno per il raffreddamento delle 450 nuove centrali a carbone che dovrebbero sorgere nel paese.

L’incidente della Tesla

Anche le auto elettriche vanno in fiamme. Intendiamoci, che il litio sia pericoloso non e’ cosa nuova. I metalli alcalini (e l’idrogeno) sono elementi che reagiscono violentemente a contatto con l’acqua. Quel che va capito, e speriamo Tesla faccia luce a riguardo, è se l’auto elettrica con batterie al litio sia più pericolosa di un’auto a combustione in caso di incendio. Dipende dalla portata e dalla velocità di propagazione (se innesco e propagazione dell’incendio avvengono in pochi secondi, al contrario della benzina, la cosa e’ decisamente pericolosa).

Comunicazione di servizio: domani questo blog va in ferie per tre settimane. Cercheremo comunque di mantenere vivi gli update.