U-turn

il Giappone ritorna al nucleare.

Agli ecologisti fanno schifo gli uomini?

Tentare di controllare o sfruttare la natura per migliorare il benessere materiale dell’uomo era sbagliato in linea di principio e letale in pratica. Tutti i rami delle scienze naturali avevano come matrice dei pericolosi vizi. L’astronomia nasceva dalla superstizione, la matematica dall’avidità, la meccanica dall’ambizione, la fisica da una vana curiosità. Pure la stampa aveva le sue colpe, poiché aveva consentito alle empie opere di Hobbes e di Spinoza di raggiungere l’immortalità. E concludeva la sua arringa con una previsione: gli uomini sarebbero stati (un giorno) così disgustati dalla cultura moderna che avrebbero implorato Dio di restituire loro «l’ignoranza, l’innocenza e la povertà, i soli beni che possono fare la nostra felicità e che siano preziosi al suo cospetto».

[Rousseau, Pasolini e i decrescisti di ieri, nell’articolo di Antonio Pascale su Il Post, oggi]

Tempi duri

L’impianto fotovoltaico sul tetto di casa per una potenza superiore a 3kW potrebbe far aumentare la rendita catastale e tutte le tasse che ne discendono (Imu, Tasi, eccetera).

Sussidi alle fonti fossili

Non dieci, non venti, non cento miliardi. L’intera economia italiana è una gigantesca macchinazione per sussidiare le fonti fossili.

La miopia del M5S sull’energia

Il mio articolo per Il Post

grilloIl solare fotovoltaico sta vivendo una fase di rapida espansione in tutto il mondo. Solo in Italia, negli ultimi dieci anni, è cresciuto del 60 per cento annuo. Se l’aumento del volume di mercato mondiale ha prodotto l’attesa riduzione del costo di produzione dei sistemi e v’è ragionevole soddisfazione tra gli ambientalisti – in pochi anni il costo è diminuito del 40 per cento, dai 2500 euro al kW del 2010 fino agli attuali 1600 euro al kW – l’abbondante potenza fotovoltaica installata è tuttavia diventata un grattacapo per le centrali tradizionali, la gestione della rete elettrica e, soprattutto, le casse dello Stato. Problemi colpevolmente ideologizzati nel dibattito politico attuale.

Leggi il resto dell’articolo

Deindustrializzazione d’Italia

E anche Ilva e la siderurgia se ne vanno.

Perchè oggi in Italia ci sono tante alluvisioni – ed. Bignami

Geologicamente, siamo uno dei Paesi più difficili che si possano immaginare – circondato da mari piuttosto caldi e con un rilievo giovane – cui va aggiunta l’alta densità di popolazione. Per chi ne vuol sapere di più, una spiegazione più dettagliata si trova sul blog Geologia dell’ottimo Aldo Piombino.