La nuova Tesla

Si chiama Tesla Model-3 e in molti scommettono che sarà l’auto che eleverà lo status dell’auto elettrica da tecnologia di nicchia a mercato di massa. Il problema dell’auto elettrica lo sappiamo tutti: la batteria. Costosa, ingombrante, pesante, con un’autonomia limitata rispetto a benzina, diesel, metano e GPL.

La Tesla Model-S costava 70.000 euro e Tesla ne ha vendute 22.000 in tutto il mondo nel 2013. Numeri certamente rispettabili ma siamo ancora a livello di tecnologia di nicchia. Il mercato di massa parla di 200.000 Fiat Punto vendute ogni anno solo in Italia, che è un’altra cosa. Tesla ha da poco reso noto il progetto Gigafactory: 5 miliardi di dollari di investimento con l’obiettivo di produrre 500.000 veicoli l’anno entro il 2020. Gli effetti di scala cui mira a ridurre il costo della batteria del 30% grazie a effetti di scale, portando il costo sotto la soglia dei 200 $/kWh, soglia per la competitività rispetto ai veicoli tradizionali senza sovvenzioni.

Tuttavia le cose certamente non saranno così semplici e il progetto Gigafactory rimane una grossa scommessa. Primo perchè il 70% del prezzo di una batteria al litio deriva dal costo della materia prima (il carbonato di litio), il che limita le opportunità di risparmio anche con opportuni effetti di scala. Secondo perchè per ridurre i costi delle batterie per auto è necessario anche migliorare efficienza, peso e costi dell’elettronica che la gestiscono sul veicolo. E qui Tesla non ha il know-how che può invece vantare sulle batterie. C’è solo da sperare che il tutto non finisca in produzione di batterie agli ioni di litio per smartphone e l’elettronica di massa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...