Il petrolio in parole semplici

Geologi e biologi ci scusino.

in spiaggia, dopo una mareggiata, la sabbia è mescolata con uno strato di alghe marce, guscetti di conchiglia, i granchietti morti e i soliti moscerini svolazzanti. dopo qualche giorno, quella falda di alghe marcebonde e sabbia sporca è sepolta sotto 20 centimetri di sabbia. dopo qualche anno, quel paciugo orrendo è ancora più marcio a 2-3 mt di profondità.
dopo 20mila anni, il marciume è diventato metano e petrolio ed è impaccato in una rocchia porosa, come l’arenaria che è sabbia consolidata fino a diventare pietra, o come il travertino.

[continua sul blog di Jacopo Giliberto, giornalista scientifico]

3 Responses to Il petrolio in parole semplici

  1. Mauro Borraccia scrive:

    Ecco perché voi pseudo-tecnici siete pericolosi: non avete idea degli ordini di grandezza.
    In geologia confondete migliaia di anni con milioni di anni (se il petrolio si generasse in 20 mila anni saremmo “salvi”).
    In economia confondete milioni e miliardi (e cosí finite a credere ad uno come Renzi).

    Buona fortuna, state per entrare in un mondo dove lavorerete 80 ore al giorno, o almeno guadagnerete un decimo di quanto guadagante ora.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...