La caduta dello zar?

Grossa crisi in Russia, con davvero poche opzioni disponibili per Putin.

“Tempesta perfetta” è stata l’espressione che alcuni giornali internazionali hanno usato per spiegare la concomitanza delle sanzioni economiche di Stati Uniti e Unione Europea con il crollo del prezzo del petrolio. Lo scorso mese l’OPEC (Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio) ha deciso di non ridurre la produzione di greggio, nonostante la costante diminuzione del prezzo al barile. L’industria del petrolio e quella del gas naturale sono fondamentali per l’economia russa: insieme valgono il 16 per cento dell’intera economia del paese e circa il 70 per cento di tutte le esportazioni. Metà delle entrate dello stato derivano dal petrolio e dal gas naturale. Il petrolio è così importante che il ministro dell’Economia ha annunciato una manovra economica correttiva, visto che il bilancio 2015-17 era basato su un prezzo del petrolio intorno ai 100 dollari al barile.

[su Il Post, oggi]

2 Responses to La caduta dello zar?

  1. Enrico Colombini scrive:

    Un interessante punto di vista (c’è da sperare che abbia torto):
    http://www.bbc.com/news/magazine-30483873

  2. Jacopo Simonetta scrive:

    Penso anche io che le mosse di Putin abbiano condotto la Russia in una pessima posizione. Tuttavia non credo che questa sia una buona notizia per noi. Se la situazione in Russia continuerà a peggiorare, è molto possibile che Putin puntelli il suo potere soffiando ancora di più sul nazionalismo; un gioco che facilmente può sfuggire di mano. Già attualmente abbiamo visto a cosa questo può portare. Peggiorando la situazione, la mosse del governo russo potrebbero diventare ancora più spericolate. Il rischio quindi di un ulteriore degenerazione dei rapporti, anche fino ad un conflitto parziale, aumenta con il peggiorare della crisi economica in Russia.
    Inoltre, il peggioramento della situazione economica in Occidente sta già portando alla ribalta movimenti fortemente “filo Putin” sia da destra che da sinistra. Un ulteriore problema politico di cui davvero non sento il bisogno.
    In conclusione, credo che sarebbe saggio offrire a Putin un modo per uscire dalla guerra e dalle sanzioni (poco o molto che contino) salvando la sua reputazione interna.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...