Il costo delle rinnovabili

Secondo, l’Energy & Strategy Group, tra il 2011 e il 2014 le rinnovabili hanno comportato complessivamente costi aggiuntivi per l’Italia tra 7 ed 8,6 miliardi.

[continua sul blog di AssoElettrica]

9 Responses to Il costo delle rinnovabili

  1. Robk scrive:

    Scusa Filippo, spero di non dire una baggianata, nel qual caso mi scuso, ma mi sembrava di aver letto che questi calcoli sui costi fossero, per così dire, drogati dal fatto che gli incentivi riguardano anche fonti che prorio “green” non sono e che sono state assimilate nella definizione rinnovabile. Mi pare che questo aspetto fosse sottolineato da alcuni. Mi pare.

    • Filippo Zuliani scrive:

      Se ti riferisci alla presenza dei CIP6 nella componente A3, quella da cui vengono i costi delle rinnovabili, direi di no. I CIP6 pesano per meno del 5% sull’A3, mentre le rinnovabili per un 90%.

      update: questo link spiega bene l’evoluzione dell’A3 nel tempo.

      • Robo scrive:

        Innanzitutto grazie e scusa se insisto ma é per capire bene. Ti copiaincollo da un sito che propone dati un po’ vecchi (2013) ma che, a naso, mi pare dica cose poco coerenti con quelle che tu hai indicato. “il CIP 6/92 ha infatti creato opportunità di investimento per un volume superiore a 10 miliardi di euro, promuovendo circa 6,5 GW di nuova capacità nominale.
        Per contro, si calcola che il costo del programma nel periodo 1992-2012 sia pari a circa 13 miliardi di euro (tenendo conto solo della componente d’incentivo attribuita agli impianti rinnovabili). Questo programma ha rappresentato quindi un carico economico molto oneroso per i consumatori.
        Ma l’aspetto critico principale è l’incentivazione di impianti a fonte assimilata, ovvero a impianti alimentati da fonti di origine fossile: in pratica, una quota superiore al 70% dei contributi è stata indirizzata a questi impianti, anziché a quelli a fonte rinnovabile, favorendo di fatto i grandi gruppi elettrici ed industriali nazionali”.
        Chiarisco che, personalmente, preferisco venga favorita la cogenerazione e la termovalorizzazione dei rifiuti rispetto a vecchi impianti a combustibili fossili ed alle discariche, ma ho letto che tra le assimilabili ci sono impianti che producono da giacimenti minori isolati da fonti fossili. Ti chiedo un chiarimento perché quel 70% di spesa degli incentivi non concorda col tuo 6%.

      • Filippo Zuliani scrive:

        Mi sapresti dare un link alla tua fonte? Vorrei capire meglio la faccenda, che’ 70% e 6% sono decisamente non allineati.

      • Robo scrive:

        http://www.educambiente.tv/Cip6.html
        Questo é il link, Filippo. Scusa se sono un po’ insistente su questo aspetto ma ho necessità di capire e avendo una formazione medica non mi é semplice orientarmi in questi ambiti. Grazie.

      • Filippo Zuliani scrive:

        Qui trovi tutta la spiegazione, direttamente da AEEG. La mia impressione e’ che ci sia una balletto (in)volontario sui numeri. 70% o 6% dipende dall’anno di riferimento. Oggi stiamo al secondo. Trovi il disaggregato nel grafico in fondo all’articolo linkato.

  2. brigaboom scrive:

    Secondo me il titolo dell’articolo è errato. Più che “le rinnovabili” bisognerebbe dire “il fotovoltaico”. Ad esempio, la metà della produzione rinnovabile in Italia è ancora da idroelettrico, per giunta spesso non incentivato, che quindi non grava sulla componente A3.
    E per quanto riguarda la parte incentivata, sulla componente A3 grava, se non sbaglio, il prezzo di ritiro dei certificati verdi o della tariffa omnicomprensiva, o del ritiro dedicato; tutti fattori che però pesano per il 20% della componente A3, mentre l’incentivo al fotovoltaico pesa per il 60%, se sono giusti i dati di Assoelettrica http://www.assoelettrica.it/componente-a3-ed-oneri-di-sistema-chi-paga-e-quanto/ Ciò detto, aspetto che il report venga pubblicato per intero, visto che sul blog di Assoelettrica hanno pubblicato solo un estratto, e sono curioso di capire come è stato stimato il risparmio da discesa del PUN.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...