Interpolazioni

L’irresistibile tentazione dell’approssimazione lineare e della semplificazione forzata.

Per due punti passa una sola retta ma un’infinità di cretini. E che dovremmo abdicare al fascino irresistibile dell’interpolazione delle nostre paure, a favore invece di un’umile e consapevole risposta complessa a problemi che lo sono per definizione.

[hat tip: Luciano C.]

3 Responses to Interpolazioni

  1. Emanuele scrive:

    Mah, mi sembra un principio condivisibile fino a un certo punto. Senza dubbio gli esempi riportati sono validi (cfr Salvini e lobby gay) ma ci starei attento a generalizzare.

    Le argomentazioni dell’articolo in questione sono le stesse di una gran parte dei negazionisti del riscaldamento globale antropogenico. Ovvero questi affermano che la correlazione fra concentrazione di gas climalteranti nell’atmosfera e riscaldamento globale ha la stessa significatività della correlazione tra consumo di formaggio e possibilità di soffocare tra le lenzuola (per riprendere lo stesso esempio dell’articolo).

    Ovviamente si tratta di una panzana perché, oltre alla pura correlazione statistica, il riscaldamento globale è supportato anche da modelli basati su leggi fisiche. Questo, IMHO, è il limite del ragionamento riportato nell’articolo. E infatti i negazionisti di cui prima restano sistematicamente senza argomentazioni di risposta quando gli/le si fa notare la differenza.

    Chiarito questo, seguo il tuo blog da abbastanza per scommettere i miei 2 cent che qui punti, piuttosto, a dare dei cretini ai sostenitori dei “Limiti dello sviluppo” per l’ennesima volta. Ovviamente potrei sbagliarmi e non voglio metterti in bocca cose che non hai scritto però questa è la mia sensazione.

    • Filippo Zuliani scrive:

      Per quanto nutra ben poche simpatie per i seguaci del Club di Roma, la risposta è no, non mi interessava dare del cretino ad alcun, ma mettere in guardia dal pericolo della semplificazione coatta. Il link che mi avevano segnalato mi sembra ben fatto. Poi, hai ragione quando fai notare che si fa peccato anche a esagerare in senso inverso.

  2. brigaboom scrive:

    Stessa tesi, formulazione alternativa, by Randall Munroe https://xkcd.com/605/ :-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...