Mercato e innovazione energetica

L’attuale contesto, caratterizzato da bassa domanda e dalla diffusione crescente di fonti di produzione spesso rinnovabili sparse sul territorio, è senz’altro prodromico a servizi e approcci diversi da quelli del passato. Vi è spazio per forme di consumo condiviso, che in Italia affondano le loro radici nelle storiche e peculiari cooperative elettriche, gruppi d’acquisto di energia (un ottimo modo per interpretare l’apertura del mercato) e anche iniziative come l’equity crowdfunding. Quest’ultimo può rappresentare uno strumento interessante per una società che intende investire in rinnovabili o efficienza energetica, permettendo non solo la raccolta di capitali equity a costi di transazione ridotti rispetto ai canali istituzionali, ma anche di creare una connessione con il territorio di riferimento grazie al coinvolgimento degli attori locali, a cominciare dai residenti.

[su Agienergia, qualche giorno fa]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...