Quanto inquina l’auto elettrica

Le emissioni di anidride carbonica (CO2) dell’auto elettrica sono una di quelle cose in cui regna la confusione più totale. Questo avviene perchè, sebbene i veicoli elettrici siano effettivamente emission-free, l’elettricità necessaria a ricaricare la batteria viene prodotta nelle normali centrali. Altrimenti detto, le emissioni dei veicoli elettrici dipendono dal mix energetico di produzione dell’energia elettrica usata per le auto. Se l’elettricità venisse prodotta dalle sole fonti rinnovabili, le emissioni dei veicoli elettrici sarebbero infatti proprio zero. D’altra parte, è anche vero che se l’energia elettrica venisse prodotta solamente usando centrali a carbone le emissioni sarebbero doppie rispetto alle normali auto a benzina/diesel.

Ora, su ATZ Technology di questo mese si trova una ottima analisi della nuova Mitsubishi i-MiEV per quel che riguarda design, potenza, consumi, acustica, peso e, più interessante, le emissioni di CO2 derivanti dal mix di produzione energetica attuale. E’ allora interessante confrontare alcuni paramentri chiave su emissioni e costi con la Volkswagen Polo, l’auto a benzina/diesel con le emissioni più basse in commercio, per rispondere a una delle domande più comuni sull’auto elettrica: conviene davvero?

Leggi il resto dell’articolo

Come stiamo con la cattura della CO2

CCS, ossia Carbon Capture and Storage. Cattura e stoccaggio dell’anidride carbonica. Ne aveva parlato sui giornali poche settimane fa. Nella sua Roadmap 2050, l’Agenzia internazionale dell’Energia (IEA) ha descritto come “fondamentale” il ruolo della CCS nella riduzione delle emissioni contro il Global Warming. Senza mezzi termini, l’IEA sostiene che le nazioni del mondo devo prepararsi a sborsare ulteriori 3.000 miliardi di dollari da qui al 2050 per creare un’infrastruttura globale per la cattura della CO2 e lo stoccaggio nel sottosuolo.

Leggi il resto dell’articolo