Mobilità ibrida, trasporto italiano

il mio post per iMille

Trasporto e Italia sono da sempre un binomio difficile. Abbiamo il più alto numero di veicoli per abitante in tutta Europa – a Roma, ad esempio, l’80% dei residenti tra i 18 e gli 80 anni possiede un’automobile – quote ferroviarie molto modeste e un trasporto pubblico spesso inadeguato o inefficiente. In Italia si scontano oggi inedie ed errori accumulati negli anni passati.

Una soluzione unica al problema della mobilità italiana non c’è. Se da un lato le nuove tecnologie possono venire in aiuto, il primato spetta comunque alla politica. Sono necessari interventi strutturali per pianificare la domanda di mobilità e l’uso del territorio e per ridurre l’uso dei veicoli privati.

Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Non arrivare lungo sulla curva

La campagna per la sicurezza stradale in Russia.
Sul cartello c’è scritto: qui ci potrebbe essere il tuo corpo.

Ti fideresti di un climatologo?

C’è una cosa che mi ha sempre colpito del riscaldamento globale, ed é la formula usata dalla comunità scientifica dei climatologi per comunicare alla politica e all’opinione pubblica i risultati delle ricerche. La formula, da anni, è più o meno sempre la stessa: se non limitiamo le emissioni siamo spacciati. Inondati. desertificati. Alluvionati. Finiti. Kaputt. Questa formula finora non ha dato grandissimi risultati, dato che basta un inverno troppo rigido o un’estate troppo fresca per far calare la fiducia nella comunità scientifica di decine di punti nei sondaggi.

Leggi il resto dell’articolo

Cento chilometri con un litro


Volkswagen ha presentato al recente Motor Show in Qatar il prototipo della nuova XL1, ibrida diesel-elettrico che percorre 100Km con 0.9 litri.

Leggi il resto dell’articolo

L’esercito senza petrolio

Rand Corporation è think tank di politica globale con sede a Santa Monica (California). Fondato 60 anni fa per consigliare il governo americano sulle questioni militari, Rand Corporation ha recentemente pubblicato uno studio dal titolo Alternative Fuels for Military Applications (carburanti alternativi per uso militare) con una conclusione semplice e diretta: il Dipartimento della Difesa americano sta sprecando il suo tempo con i carburanti alternativi. Non ne vale la pena.

Dal punto di vista tecnico, una serie di combustibili alternativi sono in grado di soddisfare le esigenze militari, ma non è sicuro quanto costeranno questi combustibili e quale effetto possono avere sull’ambiente, in particolare in termini di emissioni di gas serra.

Leggi il resto dell’articolo

Picco del petrolio no problem

L’EPA ha alzato i limiti di etanolo miscelabile con la benzina negli USA. Ora la benzina può essere venduta con il 15% di etanolo per i veicoli costruiti dal 2001 in poi, alzando il limite attuale del 10%.

Le cose cambiano

Dal 25 gennaio torna il sito de iMille, in grande, coi miei interventi.