Dare un senso ai numeri

Puntuale, con l’anno nuovo è uscito il Energy Outlook 2035 di BP. Gli studi strategici di BP sono studi da conservatori, Business-As-Usual in pratica, che vanno presi con tutte le limitazioni del caso – l’imprevidibile, ovviamente, non è prevedibile da nessuno. Ciononostante sono molte le informazioni interessanti che se ne possono trarre. Per ora ci limitiamo al mix energetico mondiale delle prossime due decadi, che trovate sotto.
Leggi il resto dell’articolo

Il problema della sovrappopolazione

economic-growth-over-population-building-a-deathstar-pollution-planet-earth-dieingQuesto blog entra nel suo quarto anno di vita e, come da tradizione, in occasione del compleanno si ferma a fare il punto della situazione. Oltre agli oramai onnipresenti impegni da superlavoro, nelle ultime settimane questo blog si è dedicato a letture di tecnologia, storia, religione e altre clandestinerie collaterali per documentarsi sul problema dei problemi quando si parla di energia, crescita economica e risorse naturali: mi riferisco ovviamente al problema della sovrappopolazione.

Il problema della sovrappopolazione è uno di quei tabù di cui è impossibile parlare senza scadere in moralismi spicci e liti furibonde. I motivi sono tanti: vuoi che l’impostazione culturale occidentale viene da millenni di cristianesimo e movimenti pro-life; vuoi la paura di vivere su un pianeta sovrappopolato e a corto di cibo; vuoi che oggi siamo in 7 miliardi quando solo alla fine della seconda guerra mondiale eravamo 2 miliardi, largamente dipendenti dalle risorse minerali e fossili, finibili per definizione; vuoi perchè anche la scienza moderna è incapace di prevedere il futuro prossimo su scala planetaria. Aggiungete ora la (supposta) caducità dei costumi moderni – homo homini lupus, schiavi del dio denaro e altre corbellerie paleo-cristiane riciclate da Hollywood – e ne esce il cataclisma imminente e inevitabile. E’ davvero così? Davvero moriremo scannandoci per l’ultimo Whopper di Burger King? Non proprio. Anzi, si direbbe proprio il contrario. Ma andiamo per gradi.

Leggi il resto dell’articolo

Altro che diesel

Ci sono giorni che gli impegni di lavoro ti fanno sentire così.

Batterie organiche

Dicono che i Quinones hanno il potenziale di risolvere i problemi di intermittenza delle rinnovabili, a modico prezzo.

[hat tip: Enrico C.]

Fatti

Radiazioni nell’oceano dopo l’incidente nucleare a Fukushima.

Grande

1526547_10202234956186897_1396613480_n

Marchionne e il lavoro del manager

Su Marchionne si posso dire tante cose, antipatico, egocentrico, spigoloso, quelchevolete. Ma sui suoi risultati da manager di FIAT non si discute. Semplicemente detto, negli ultimi 10 anni, Marchionne ha salvato due enormi gruppi industriali praticamente già morti.

Leggi il resto dell’articolo