Come va il mercato dell’auto

Molto male. Su Il Post trovate tutti i numeri del tracollo, marca per marca. Val la pena sottolineare il pessimo stato di Renault: unica tra i big ad aver puntato con decisione sui veicoli elettrici, Zoe e Twizy su tutti, quest’anno ha incassato un -32.5 per cento di vendite.

Annunci

Come se la passa il mercato dell’auto

Senza mezzi termini, male. Gli esperti stimano che quest’anno le vendite di auto in Europa dovrebbero diminuire del 5-7% circa. Tuttavia, le vendite registrate nei primi due mesi del 2012 evidenziano numeri anche peggiori. Nel mese di febbraio 2012, le vendite di UE più Svizzera, Norvegia e Islanda sono diminuite del 10% circa rispetto a un anno fa. Una domanda lecita è se la crisi dell’euro-zona stia creado in Europa un mercato dell’auto dove vendono solo i modelli economici. Beh, non proprio.

Leggi il resto dell’articolo

Cosa si è visto al Motor Show di Ginevra

Prima di tutto, un deciso miglioramento dei consumi dei motori convenzionali a benzina/diesel. Molte moderne vetture a diesel vantano consumi stabilmente sotto i 4 litri per 100 chilometri. Chi pensa che la tecnologia dei motori a scoppio non abbia più nulla da dire si sbaglia.

Leggi il resto dell’articolo

Dieci motivi per andare al Motor Show di Ginevra

il mio pezzo per Il Post

Domani, primo marzo 2011, si aprirà ufficialmente il Motor Show di Ginevra. Ideato e realizzato per la prima volta nel 1905, il Salone dell’auto svizzero ha ospitato quasi tutti i principali modelli della storia dell’automobile, fin dalle auto a vapore dell’inizio del secolo scorso.

Ai vari Motor Show mondiali prendono parte artisti e grandi personaggi del settore. Vengono presentati i modelli più recenti, prototipi, accessori, partnership internazionali, mostre d’auto d’epoca che hanno fatto la storia e, talvolta, perfino dibattiti politici e sociali sul mondo dei motori.

Leggi il resto dell’articolo

Tous les risques

Se pensavate che Fabbrica Italia di FIAT col suo obbiettivo di assemblare SUV in Italia e venderli agli americani fosse un piano ambizioso, beh, quando segue lo é anche di più..

Giovedì 10 febbraio Renault presenterà agli investitori il piano industriale fino al 2015. Verranno mantenute in vendita le attuali Laguna ed Espace, che nel 2014 lasceranno il passo probabilmente a crossover SUV. La produzione di questi modelli avrà luogo a Douai, in Francia, mentre a Novo Mesto (Slovacchia) nasceranno le future Twingo, Wind e Clio Campus, oltre alla Smart ForFour di seconda generazione. Fin qui normale riorganizzazione aziendale. Ora la parte interessante.

Leggi il resto dell’articolo

Investire in litio e guadagnarci il 300%

Prima o poi doveva succedere.

Renault entra nel mercato delle batterie agli ioni di litio per veicoli elettrici.

Il litio si sta diventando sempre più la commodity su cui investire.

Il 42% del litio viene prodotto in Cile. Sempre in Cile, nelle Salar de Atacama, si trova il 75% delle riserve mondiali accertate di litio. In Cile il litio è considerato una risorsa strategica per il paese e la sua produzione è regolamentata dalla Chilean Nuclear Energy Commission.

Dal 2007 ad oggi, le azioni della Sociedad Quimica y Minera (SQM) de Chile hanno triplicato il loro valore. Solo negli ultimi 6 mesi il titolo ha incassato un incremento del 30%, mentre l’economia mondiale langue, gli interessi sui titoli di stato sono bassi e pure Burger King non se la passa troppo bene.

Leggi il resto dell’articolo

Non spingete

Dal 4 al 12 dicembre, al Motor Show di Bologna, Renault vi permette di provare a guidare un’auto elettrica – Fluence o Kangoo – sulla pista indoor.

Se volete iscrivervi andate sul sito Renault. Renault si trova al Padiglione 30.