Ripassino

Come funziona la trasmissione, spiegato facile.

Annunci

Troppo zolfo nella benzina

Obama non ha mai fatto mistero che uno degli obbiettivi principali del suo governo è ridurre la dipendenza degli Stati Uniti dal petrolio. Oltre a sponsorizzare lo sviluppo dell’auto elettrica, lo scorso maggio l’amministrazione Obama ha incaricato l’EPA (Environmental Protection Agency) di considerare l’impatto del livello di zolfo nella benzina per la riduzione delle emissioni di gas serra. Tale revisione è tuttora in corso.

Leggi il resto dell’articolo

Il futuro dei motori

Sono appena tornato da un viaggio molto interessante in Scozia, dove ho potuto provare il nuovo motore BMW a quattro cilindri, lanciato sul mercato con lo slogan “la morte del sei cilindri”.

Il nuovo motore 2.0 di BMW combina un turbocompressore twin-scroll ad alta pressione a iniezione diretta con il sistema di controllo Valvetronic. La potenza massima è 240 CV che viene raggiunta a 5mila rpm, 1500 rpm in meno dell’aspirato normale 3.0 a sei cilindri. La coppia massima di 353 Nm, inoltre, entra in funzione già a 1250 rpm. Il che vuol dire 30% di coppia in più rispetto al sei cilindri in linea di cui sopra, maggior potenza del motore a bassi regimi e a erogazione costante fino alla fatidica linea rossa.

Leggi il resto dell’articolo

Servosterzo elettrico

Il Servosterzo elettrico, come altri dispositivi di risparmio di carburante di cui abbiamo già parlato, sta prendendo rapidamente piede nel mercato americano. Il motivo è semplice: raggiungere un’efficienza di 35.5 mpg (circa 15 km/litro) per le nuove auto entro il 2016, come da obbiettivo del governo di Obama.

La transizione dal servosterzo idraulico a quello elettrico sta avvendo molto rapidamente, tanto che si prevede che il 75% dei veicoli avrà un servosterzo elettrico già entro il 2015.

Il servosterzo elettrico consente un risparmio di carburante del 4% circa, principalmente eliminando le perdite parassite.

Leggi il resto dell’articolo

Cambio a nove marce

Ricordate la prima volta che avete ingranato la sesta, pensando che avere una marcia in più era davvero cool?

Non è stato nemmeno molto tempo fa. Il numero di marce continua a salire: da sei siamo passati a sette, otto e i tedeschi di ZF stanno lavorando ad un cambio automatico a nove velocità.

Chrysler, intanto, s’è già prenotata.

Diesel e iniezione diretta a benzina

E’ noto a tutti che le auto americane non sono generalmente le più efficienti quando si parla di consumi.

Dieci anni fa, la fabbrica di Ford Motors del Wayne sfornava SUV giganti come Expedition e Navigator, che percorrevano 12 miglia al gallone (5 km/litro) ed era una delle fabbriche di auto più redditizie al mondo. Oggi, dopo un rinnovamento costato 550 milioni di dollari, lo stesso impianto rappresenta una Detroit diversa: più verde, veicoli più piccoli e basso consumo energetico.

Obama sta innalzando i limiti del consumo: obbiettivo 35.5 mpg (15 km/litro) per il 2016, passando per i 30.1 mpg (12.75 km/litro) del 2012 e i 27.3 mpg (11.55 km/litro) del 2011. Un programma ambizioso.

Leggi il resto dell’articolo

Meglio tardi che mai

Lo start-stop è un sistema per automobili che, quando il veicolo si ferma, spegne automaticamente il motore e lo riavvia solo al momento di ripartire, risparmiando carburante ed emissioni.

Questo sistema è vantaggioso soprattutto per la guida cittadina, quando il veicolo passa una notevole quantità di tempo in attesa ai semafori o si trova imbottigliato nel classico ingorgo da pendolari, e consente risparmi di carburante ripicamente nell’ordine del 5 o 10 per cento.

Leggi il resto dell’articolo